Menù di Primavera

Antipasto
Coppa Caprese

Primo
Bucatini alla marateota

Secondo
Carpaccio di vitello

Dolce
Fragole con cotto di fichi

Vino
Terre dall’alta Val’Agri DOC

Sapori e profumi di Primavera

Sapori freschi e profumi leggeri caratterizzano la cucina tradizionale lucana che in primavera dà vita a piatti antichi e riempie le tavole e gli occhi.

Prepara il Menù di primavera dal gusto lucano con le nostre ricette!

Ingredienti per 4 persone

  • Rucola campestre 80gr
  • pomodoro 150gr
  • mozzarella/ scamorza 250gr
  • basilico
  • aromi qb
  • latte 250cl
  • panna fresca 70cl
  • olio evo lucano IGP

Procedimento

Lavare accuratamente i pomodori e preparare con gli stessi un sottile concassè, (per concassè si intende il taglio dei pomodori a cubetti piccoli: è possibile farlo con i pomodori crudi e con la corteccia o a caldo, con i pomodori scottati, raffreddati e pelati; in entrambi i casi è importante scolarli dell’acqua di vegetazione). Quando saranno ben scolati condirli con olio, sale e aromi a scelta (origano, basilico). A parte procedere con la crema di mozzarella: prendere la mozzarella a pasta dura o scamorza, e procedere a tagliarla a pezzetti; a parte riscaldare per massimo 2 min. in microonde a 750kw il latte con la panna, aggiungere la mozzarella o la scamorza e frullare il tutto con il mixer ad immersione, fino a rendere il composto denso e cremoso. Infine, tagliare finemente la rucola e condirla con olio e sale. Riempire il bicchiere a strati: per prima la rucola, quindi i pomodori già conditi, la crema di formaggi, un filo d’olio e le foglie di basilico.

Ingredienti per 4 persone

  • 320gr di bucatini
  • 30gr di olio extra vergine di oliva lucano IGP
  • 250gr di cipolla rossa
  • 40gr di alici fresche
  • Prezzemolo riccio

Procedimento

Tagliare la cipolla a fette sottili e soffriggere in olio extra vergine di oliva assieme alle alice fresche, cuocere delicatamente. Cuocere i bucatini in abbondante acqua salata per 12 minuti e saltarli nella salsa mantecando con il parmigiano. Decorare con prezzemolo riccio.

Ingredienti

  • 1 pezzo di filetto o controfiletto
  • sedano
  • carote
  • cipolle
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • Insalata
  • Limoni di Tursi
  • Vino Aglianico
  • Aceto
  • Olio evo lucano IGP
  • Sale
  • Pepe
  • Glassa di aceto balsamico.

Preparazione carpaccio

Coprire la carne con una marinata di Aglianico, sedano, carote, cipolle, sale e pepe per 24H.
Sgocciolare la carne e cuocerla in forno caldo a 160° per circa 1 ora e mezza e comunque fino ad ottenere un cuore rosato.

Preparazione salsa citronette

Spremere i limoni e porre il succo filtrato in una ciotola, aggiungere l’olio, il sale e il pepe ed emulsionare la salsa con una forchetta.

Preparazione salsa arlecchino

Preparare una giardiniera, facendo cuocere per circa 7’ in acqua e aceto, il sedano, la carota e i peperoni, precedentemente lavati e tagliati a pezzi. Scolare e frullare grossolanamente le verdure. Porre in una ciotola con abbondante olio.

Tagliare l’insalata a julienne, posizionarla al centro del piatto su cui verranno adagiate 3/4 fette di carne tagliate finemente. Cospargere con la salsa Arlecchino e la salsa citronette e guarnire il piatto con gocce di glassa di aceto balsamico.

Ingredienti

  • 1 kg di fragole di Policoro
  • 5 limoni di Tursi
  • 1 cucchiaio di cotto di fichi
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 5 foglie di menta
  • Zucchero a velo

Procedimento
Lavare, mondare e tagliare a metà le fragole. Spremere e filtrare i limoni, versare in una terrina, aggiungere le foglie di menta tritate finemente, l’aceto di mele, il cotto di fichi e lo zucchero.
Emulsionare e versare sulle fragole, ricoprire di zucchero a velo e servire.

Il Vino Terre dell’Alta Val d’Agri è una doc giovane in una terra antica, che comprende gli interi territori comunali di Viggiano, Grumento Nova e Moliterno e i vigneti coltivati fino alla quota massima di 800 mt s.l.m.

In questa parte di Basilicata le caratteristiche delle uve sono esaltate grazie alle forti escursioni termiche estive, proprio nel periodo in cui le uve sono in piena maturazione. Il Vino Terre dell’Alta Val d’Agri è un’eccellenza enologica ottenuta da due vitigni internazionali, il Merlot e il Cabernet Sauvignon.

Sono tre le tipologie di vino che vengono realizzate: il “Rosso”, che può seguire un invecchiamento di minimo un anno. Il “Rosso Riserva” che invecchia due anni e il “Rosato” che prevede anche l’utilizzo di Malvasia Bianca di Basilicata.

Grazie alla sinergia tra enti locali e gli operatori vinicoli della zona, il riconoscimento della DOC per il “Terre dell’Alta Val d’Agri” è arrivato a compimento nel 2003, consentendo di migliorare la gestione delle produzioni e la professionalità delle aziende vitivinicole.

Il vino ha un colore rosso rubino cupo, tendente al granato con l’invecchiamento. E’ un vino ricco, di corpo, caldo, avvolgente e morbido dove si riconoscono i lamponi e le more mature, il cacao, la vaniglia e il tostato del legno nuovo. Si abbina perfettamente a formaggi saporiti e stagionati come il canestrato di Moliterno, alla zuppa di fagioli di Sarconi, alla cucina tipica Lucana in generale.