Itinerario a cavallo Venosa – Metaponto | 5 giorni

Un itinerario intenso, suggestivo, vario, che porta ad attraversare la Basilicata in tutta la sua lunghezza nella parte orientale, a nord a sud, percorrendo terre assolate dove il calcare bianco e rossiccio dialoga con l’oro dei campi di grano, dove si alternano gole e gravine a lame e canali, doline e tratturi. E poi incrociare le antiche vie come l’Appia, l’Herculea, le vie profumate dell’olio e del vino, percorsi d’arte e natura, impreziositi da siti archeologici e masserie fortificate.

Primo giorno
Si muove da Venosa percorrendo i primi 35 km sulla SP 168 e sulla la SP 6 in direzione Genzano di Lucania, antico insediamento romano arroccato su uno degli speroni da cui è possibile scorgere tutta la vallata sottostante, l’incantevole Valle del Bradano.

 

Secondo giorno
Ci si fonde quindi per ben 30 km con l’oro dei campi di grano seguendo la SP 33, la SS 96 bis e infine la SP 209 fino ad arrivare a Irsina, cittadella in cui è ancora forte la traccia del passato medioevale richiamato dall’antico borgo e dalle mura di cinta. Ci si perde da questa altura nel panorama riempito dai colori della natura che accompagna i fiumi Bradano e Basentello. È ora di fare una seconda sosta, farsi coccolare dalle tipicità del luogo e dar modo ai cavalli di recuperare le forze per la seconda parte del viaggio.

 

Terzo giorno
Mancano circa 50 km per giungere a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, raggiungibile seguendo dapprima la SS 655 e poi la SP 8. Lì è necessario pernottare per riprendere le energie necessarie al proseguimento del viaggio.

 

Quarto giorno
Si riprende pertanto l’indomani la SP 3, costeggiando il Parco della Murgia alla volta di Montescaglioso, nota anche come “Città dei Monasteri” per la presenza di quattro grandi complessi monastici tra cui l’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo.

 

Quinto giorno
Una volta attraversato questo vero e proprio scrigno di tesori culturali e religiosi, ci si può avviare verso una nuova conquista, Bernalda, un borgo di indubbia suggestione dove poter ammirare le vestigia del passato. Ormai lo Ionio è sempre più vicino, si fa più intenso l’odore del mare, i colori cambiano, diventano più leggeri, le spiagge di Metaponto sono dietro l’angolo…pochi chilometri e sarà possibile cavalcare sulle onde sabbiose della costa ionica.