Museo Paleontologico di Rotonda

Musei Naturalistici

All’interno del Museo naturalistico e paleontologico, sono esposti i resti ricomposti di un esemplare di Elephas antiquus italicus risalenti al Pleistocene medio superiore (400.000 – 700.000 anni fa) ed anche altri reperti fossili di altre specie animali, vegetali e minerali. Di recente sono stati rinvenuti altri importanti reperti di animali, tra cui lo scheletro di un Hippopotamus e, per la prima volta, una capanna e alcuni cocci dell’età del bronzo (1500-2000 anni a.C.) testimonianza della presenza dell’uomo nella Valle del Mercure, oggi nel Parco Nazionale del Pollino.


Museo di Storia Naturale del Vulture

Musei Naturalistici

Le bellezze naturali di un ecosistema ancora intatto come quello del Vulture sono in mostra all’interno dell’Abbazia di San Michele Arcangelo a Monticchio (Rionero in Vulture).
Il percorso museale comprende sette tappe articolate su due livelli, dall’Homo Erectus di Atella fino ai giorni nostri, che guidano alla conoscenza degli insediamenti urbani dell’area e all’esplorazione del mondo animale e vegetale, culla della rara falena “Bramea”.


Museo del Lupo di Viggiano

Musei Naturalistici

Immersi nella suggestiva faggeta di Viggiano si può “incontrare” il lupo. Un museo ne custodisce esemplari imbalsamati insieme a quelli di altre specie animali che popolano l’habitat del territorio della Val d’Agri, come tassi, volpi e aquile. Il Museo, che è il primo dedicato a questo mammifero in Basilicata, offre anche testi tematici e materiale audiovisivo di approfondimento.