Passione di Gesù Vietri di Potenza

"La Passione di Cristo" a Vietri di Potenza

Altre sacre rappresentazioni

La manifestazione ha inizio la Domenica delle Palme e si protrae per tutta la settimana Santa. Ad inaugurare l’edizione dell’atteso evento è come sempre l’Ingresso di Gesù a Gerusalemme, sull’asino, insieme ai dodici apostoli e il successivo incontro con i bambini.

La manifestazione, più antica e più sentita del territorio vietrese, da diversi anni vede la partecipazione di circa cento figuranti in costume e l’utilizzo di scenografie, effetti speciali e scenari naturali che rendono l’evento altamente suggestivo.

Nella Settimana Santa in Basilicata gli eventi di questo genere si rincorrono, ma a rendere differente dalle altre Via Crucis viventi, quella di Vietri di Potenza, è lo “spettacolo” unito alla religione e alla tradizione.

La Passione di Gesù Cristo infatti è un vero e proprio spettacolo teatrale, dove la recitazione fa da padrone, gli effetti speciali da contorno e gli scenari naturali da splendida cornice. Particolarmente suggestive le scene della Flagellazione, della Crocifissione, del Pianto della Madonna ai piedi di Gesù morto e della Resurrezione.

Ogni anno, ormai da ben 42, nell’ambito dello spettacolo vengono inserite nuove scene e piccoli accorgimenti. Nel tempo la manifestazione si è dunque perfezionata e con l’utilizzo di strumentazioni di nuova generazione è stato possibile inserire interpretazioni e proiezioni importanti come le “Tentazioni di Satana” e la stessa “Resurrezione”; altra novità è la scena della morte di Satana.

Il passo avanti è sicuramente da individuare anche nella scelta di un nuovo scenario per la Crocifissione (anno 2008), ovvero le pendici di un precipizio di oltre cento metri posto di fronte ad uno splendido scorcio del centro storico di Vietri di Potenza. A ripagare gli sforzi dei tanti promotori è la sempre più alta partecipazione di pubblico.

L’intento degli organizzatori risiede infatti proprio nella volontà di proporre al visitatore le bellezze del proprio paese attraverso un meccanismo inedito che è quello dello spettacolo.


La "Preggessione" di Oppido Lucano

Altre sacre rappresentazioni

Dal 1979 la “Preggessione” viene organizzata dal Gruppo Recupero Tradizioni Locali che, riprendendo una tradizione antica, segue un copione originale accompagnato dall’enfasi di brani musicali appositamente scelti per scandire e sottolineare ogni scena. Sono circa 180 i figuranti locali che prendono parte alle 17.30, con un affollato e gioioso ingresso a Gerusalemme, per poi continuare con le altre scene nella centrale Piazza Guglielmo Marconi: il miracolo del Cieco Nato, l’Ultima Cena, la Congiura del Sinedrio, la Tentazione di Giuda e Giuda al cospetto del Sinedrio, l’Orto degli Ulivi, la Cattura di Gesù, Il Processo davanti al Sommo Sacerdote, il Pianto di Pietro, il Processo avanti a Caifa, l’Ingresso dei pretoriani romani seguiti dal Governatore Ponzio Pilato su biga,. Il Processo nel Pretorio di Ponzio Pilato; il Processo avanti ad Erode, Gesù di nuovo da Ponzio Pilato e la Flagellazione con la disperazione di Giuda. Gesù viene poi caricato della Croce e inizia la Via Crucis, che si snoda lungo le vie del centro di Oppido Lucano. Alla fine del percorso, commoventi le scene della Crocifissione e della Deposizione.

Gruppo Recupero Tradizioni Locali

info@grtl.it

www.grtl.it


Passio Christi a Potenza

Altre sacre rappresentazioni

Nella cornice di Rione Cocuzzo, parte periferica della città di Potenza, si svolge una rappresentazione vivente della Passione, morte e resurrezione di Gesù Cristo che negli anni ha conquistato uno spazio significativo tra le manifestazioni religiose che si svolgono nella Regione durante la Settimana Santa. I personaggi, circa 200, che animeranno la Via Crucis sono quelli della tradizione biblica: Gesù, Pietro, Giovanni, Giuda, Tommaso e gli altri discepoli; Caifa, Anna, Nicodemo e il gruppo dei sommi sacerdoti; Ponzio Pilato e sua moglie Claudia; Erode, Erodiade e la loro figlia Salomè con tutto il seguito delle ancelle; Maria la mamma di Gesù, Maria di Magdala, Maria di Cleofa, il Centurione, il Cireneo, Barabba, la Veronica, la Samaritana, i due ladroni, il gruppo delle pie donne, gli Angeli della risurrezione; il gruppo dei soldati romani, servi, paggetti reali e tanti popolani.

Parrocchia “Maria SS. Immacolata”