La “passeggiata dell’utopia” nel borgo magico di Campomaggiore

Due giorni immersi nell’arte e la magia del vecchio borgo abbandonato di Campomaggiore. 

Il 21 e 28 luglio 2018 a Campomaggiore si terrà la “Passeggiata dell’utopia”. Il vecchio borgo abbandonato riprenderà vita grazie ad un percorso fatto di arte e tradizione. L’apertura della manifestazione è prevista alle ore 17.00.

Riscoprire nel paese fantasma della Città dell’Utopia la storia e le tradizioni attraverso cultura, arte, gastronomia e tanto altro. 

Artigiani, ceramisti, pittori, scultori ed altri utopici ravviveranno le vie del borgo donandogli nuovi colori e luci. Il borgo di Campomaggiore Vecchio, abbandonato in seguito ad una frana nel 1885, viene oggi ricordato come la Città dell’Utopia.

Vivere il sogno in una città fantasma è il mood della #CittàdellUtopia a Campomaggiore.

Oggi il paese è detentore di una storia, che si nasconde tra i silenzi delle Dolimiti Lucane. Proprio in quel che resta del sogno infranto del conte Teodoro Rendina, si possono ammirare i famosi ruderi, tra cui, il Palazzo Baronale, la Chiesa Maria SS. del Carmelo e un orto botanico nato da pochi anni, con vari tipi di piante rare dentro ogni casetta del sito.

I resti del borgo circondati dalla natura vivono ancora di un vecchio splendore. 

Ma proseguendo nella visita, sul retro del palazzo nobiliare, esistono due piante imponenti e meravigliose: una gigantesca sequoia ed un pino marittimo, presumibilmente tricentenari. Queste piante sono state piantate probabilmente da Teodoro Rendina, il quale le aveva prese presso l’università di Siena o di Napoli.

Tutto questo è solo un piccolo anticipo di quel che è possibile ammirare in questo borgo ricco di una storia utopica, che pur avendo dovuto fare i conti con la dura realtà, oggi ne conserva tutto il fascino delle idee iniziali.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero 3245487278 oppure la Pro Loco di Campomaggiore.