The Sacred performance of Maschito

A Maschito, il Venerdì Santo, circa ottanta personaggi, tra soldati, sacerdoti, discepoli, donne del popolo e altri interpreti ripropongono le fasi salienti delle quattordici stazioni della via Crucis. La processione di dispiega dalla Chiesa Madre fino a via Calvario, il luogo della Crocifissione. La villa comunale diventa lo scenario naturale dell’Orto degli Ulivi, luogo in cui Gesù Cristo, secondo le Sacre Scritture, si ritirò dopo l’ultima cena prima di essere tradito da Giuda e arrestato. Tra gli stretti vicoli del paese l’emozione prende forma con il processo – nei pressi della Fontana Skanderbeg – gli incontri con la Maddalena, le pie donne e la Veronica che gli asciuga il volto.

On Good Friday, around eighty actors including soldiers, priests, disciples, women of the people and other performers, recreate the main phases of the fourteen stations of the Via Crucis. The procession goes from the Chiesa Madre as far as Via Calvario, the place of the Crucifixion. The town hall becomes natural setting of the Gar- 33 den of Olives, the place where, according to the Holy Scriptures, Jesus Christ retired to after the Last Supper before being betrayed and arrested. Emotions run high amongst the narrow alleyways of the town with the procession – near the Fontana Skanderbeg – and the encounters with Mary Magdalene, the Pious Women and Veronica who dries his face.
Where: Maschito (PZ)